Monia Baccaille trionfa al Grand Prix de Dottignies e si prende la rivincita

Monia Baccaille trionfa al Grand Prix de Dottignies e si prende la rivincita

Dopo il secondo posto del 2011, l’ex campionessa italiana centra la vittoria.
Arriva così il primo alloro stagionale, in terra “straniera”, per le ragazze giallo-fluo.


Lo scorso anno fu Emma Johansson a bruciare allo sprint Monia Baccaille.
Quest’anno i ruoli si sono invertiti e l’atleta perugina si è presa la rivincita,
tagliando per prima il traguardo
e costringendo la svedese al secondo posto.
Stavolta lo sprint di Monia Baccaille è stato perfetto e il Grand Prix de Dottignies,
dopo un anno di attesa, è suo, a suo modo, con una volata ben preparata,
grazie ad un ottimo gioco di squadra, e magistralmente finalizzata.

Arriva così, in terra belga, la prima vittoria stagionale fuori dai confini italiani
per le ragazze della MCipollini – Giambenini – Gauss che, dopo aver conquistato
tanti buoni piazzamenti, centrano il gradino più alto del podio.
Lo fanno a conclusione di una corsa vissuta, ancora una volta, da protagoniste,
con i colori giallo-fluo a fare la gara ed avvicendarsi in testa.
Marta Bastianelli subito dopo il via, poi Alessandra Borchi e Marta Tagliaferro
hanno provato l’allungo, anche per testare la condizione delle avversarie,
in una corsa molto combattuta fatta di continui attacchi e contrattacchi.
Vanificati tutti i tentativi di fuga, entra in azione il treno
MCipollini-Giambenini – Gauss per mettere Monia Baccaille
nelle condizioni migliori per lo sprint. Lei non sbaglia e si prende
una meritata rivincita. “Finalmente: dopo il terzo ed il secondo posto
sono riuscita ad arrivare sul gradino più alto del podio di questa corsa.
Devo ringraziare tutta la squadra che ha lavorato molto bene
e mi ha messo nelle condizioni ideali per fare la volata”.

Molto soddisfatto il Direttore Sportivo Luisiana Pegoraro:
“Eravamo partite per questa trasferta in Belgio con la determinazione
di tornare a casa con qualcosa di importante.
Ieri, nella Ronde Van Vlaanderen, non ci siamo riuscite, oggi però
abbiamo ripagato i nostri tifosi. Dopo tante ottime prestazioni,
non coronate però dal trionfo finale, questo risultato
è il giusto riconoscimento del lavoro che stiamo facendo.
Era importante confermarsi con una vittoria, dopo la doppietta
Zorzi-Jasinska a Vaiano, e cominciare a vincere anche fuori
dai confini italiani. Sicuramente questo successo ci darà
la carica giusta per puntare ad altri risultati importanti”.

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy .
Hai accettato l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito