Pittacolo star della Gran Fondo di San Francesco

Pittacolo star della Gran Fondo di San Francesco

Ponte San Giovanni (PG) (1/5) - La quarta edizione della Granfondo
Le Strade di San Francesco a Ponte San Giovanni (Perugia)
ha confermato tutte le aspettative che si erano concretizzate alla vigilia.

Trecento i partecipanti alla manifestazione valevole come prova
del Master Club Tricolore, Umbria Green Cycle e campionato regionale FCI Umbria
medio-granfondo giovata da una giornata splendida che ha reso ancora più invitante
e gradevole il pedalare sui due percorsi di 139 e 89 chilometri attorno le colline
del capoluogo umbro con l’incantevole vista su Assisi senza mai staccare lo sguardo
dal panorama della città patrimonio mondiale dell’Unesco.
Merito all’organizzazione congiunta del Team Bike Ponte e del
Veloce Club Perugino 1888 assieme allo staff del Giro d’Italia Amatori
(pronto per l’avvio ufficiale domani da Deruta con la presenza
del testimonial Gilberto Simoni) per l’impegno con il quale si sono prodigati
nell’allestimento ricevendo il plauso da parte dell’assessore allo sport del comune
di Perugia Ilio Liberati, dell’assessore allo sport della Provincia di Perugia
Michele Bertini, del presidente della Federciclismo Umbria Carlo Roscini
e del professionista del Team Nippo Fortunato Baliani presenti nel corso della gara
ad accogliere l’atleta paralimpico Michele Pittacolo, campione del mondo
e medaglia di bronzo alle recenti Paralimpiadi di Londra.

L’avvio della granfondo è stato condizionato da un momentaneo errore di percorso
causando non pochi problemi al quartetto di corridori in fuga con Michele Pittacolo
(MC4, SC Fontanafredda), Marco Magnani (M2, Legend Miche Gobbi),
Danilo Sensi (M3, Time Bike Alto Lazio) e Giordano Mattioli (M2, Team Monarca Trevi)
che erano arrivati a guadagnare fino a un minuto di vantaggio.

Ristabilita la situazione, con gli ex battistrada a riprendere la corretta direzione
e gli inseguitori passati avanti, successivamente Fabrizio Giardini
(M2, Team Monarca Trevi) e Lorenzo Ferrari (M3, Team Serravalle-Cicli Santini)
hanno fatto subito capire le proprie intenzioni.

A partire dalla seconda metà di gara, la coppia al comando ha amministrato
saldamente il vantaggio portandolo sopra i 4 minuti procedendo
in maniera tranquilla fino al traguardo di Ponte San Giovanni dove si è verificato
l’inverosimile. I due al comando, provati molto dalla stanchezza e dalla lunga fuga,
sono caduti a terra nell’ultima curva a sinistra 300 metri prima dell’arrivo e,
piuttosto malconci, hanno stretto i denti sospinti dagli applausi calorosi del pubblico:
primo Ferrari, secondo Giardini. Terzo posto conquistato in perfetta solitudine
a 1’37” da Antonio Gambacorta (Team Monarca Trevi) che è evaso dal drappello
degli inseguitori quando mancavano 10 chilometri alla conclusione.
Applausi all’arrivo per l’iridato in carica Pittacolo, che ha chiuso
con grande soddisfazione la sua corsa al nono posto nonostante
i 5 chilometri in più per via dell’errore di percorso iniziale.

GRANFONDO UOMINI:
1. Lorenzo Ferrari (Team Serravalle - Cicli Santini – 1° Master 3) in 3.49’51”40;
2. Fabrizio Giardini (Team Monarca Trevi Asd – 1° Master 2) 3.50’08”51;
3. Antonio Gambacorta (Team Monarca Trevi Asd – 1° Master 4) 3.51’28”28;
4. Marco D’Agostini (Asd Crm Racing – 2° Master 4) 3.53’20”27;
5. Davide Soli (Team Mg.K Vis-Gobbi-Lgl-Dedacciai – 2° Master 3) 3.53’20”32;
6. Marco Iarlori (Jolly Asd – 1° Elite Sport) 3.53’20”61;
7. Angelo Curi (Asd Team Terenzi – 1° Master 6) 3.53’22”53;
8. Marco De Fabiis (Team Terenzi Pedalando Bike – 1° Master 1) 3.53’30”17;
9. Roberto Orsini (Asd Gs Hotel Ristorante Peppe & Rosella Mate – 3° Master 3) 3.53’54”37;
10. Michele Pittacolo (Sc Fontanafredda Ugs Grimel – 1° MC4) 3.57’13”18;

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy .
Hai accettato l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito