Visconti vince l’ultima tappa della Coppi-Bartali
Visconti vince l’ultima tappa della Coppi-Bartali
Visconti vince l’ultima tappa della Coppi-Bartali

Visconti vince l’ultima tappa della Coppi-Bartali

Un grande Giovanni Visconti ha vinto la quinta e ultima tappa della Settimana internazionale Coppi e Bartali con una volata da campione, e non solo d’Italia zittendo i giornalisti che lo avevano attaccato per la prestazione alla Milano Sanremo. Il basco Patxi Vila ha provato a far saltare la corsa: diciottesimo a poco più di 2 minuti dal leader Emanuele Sella, è evaso con Muraglia (il primo a lanciare l’attacco), Savini, Vona, Longo Borghini, il francese Pinot e il colombiano Chaves Rubio. Quando i sette uomini hanno guadagnato 2’15” sul gruppo, Vila in quel momento indossava virtualmente la maglia rossa del primatista. La reazione della squadra di Sella non tarda ad arrivare e con un’azione lenta ma inesorabile colmava il divario a protezione del proprio capitano. Nemmeno un’azione a 1Km e mezzo dall’arrivo di Luca Ascani ha avuto fortuna superato proprio da Visconti a 7 metri dall’arrivo.

Dice lo stesso Visconti: “Stesso finale, stesso vento in faccia, stessa volata lunga, ma due anni fa ho perso, e stavolta ho vinto. E’ anche una questione di fortuna. E a mezzo chilometro dall’arrivo Ascani sembrava irraggiungibile. Poco più avanti mi sono detto ’o la va o la spacca’, sperando che Ascani si piantasse e che nessuno mi rimontasse. E pensare che non avrei neanche dovuto partecipare alla Coppi e Bartali. Ma la Milano-Sanremo non era andata come speravo, e sono stato criticato più di quello che meritassi. E’ vero che ero rimasto intrappolato sulle Manie, ma poi mi sono esposto, ho lottato, ho tirato. E’ anche vero che non avevo la gamba di Michele Scarponi, ma il 4 in pagella era ingeneroso. Così, invece che rimanere a casa ad allenarmi, ho preferito farlo qui, senza lo stress di vincere a tutti i costi, ma con la voglia di ’dargliela secca’. E’ la seconda vittoria dell’anno, adesso mi aspettano quattro corse prima dell’Amstel Gold Race, poi staccherò mentalmente prima del Giro d’Italia”.

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy .
Hai accettato l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito